Gestioni Museali, Mostre, Eventi

Eventi

Notti d'estate a Castel Sant'Angelo

La Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico-Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma, guidata da Daniela Porro, il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, in collaborazione con le aziende aggiudicatarie della gara (Civita e Munus in collaborazione con Mosaico) hanno promosso, per l’Estate Romana del 2011-2012-2013, un fitto programma di proposte culturali ospitate nello storico monumento romano.

Tutti i giorni visite guidate, comprese nel prezzo del biglietto, in italiano, inglese, francese e spagnolo, in ambienti solitamente chiusi al pubblico: il Passetto di Borgo, un lungo e suggestivo camminamento di circa 800 metri che collega il Castello ai Palazzi Vaticani, ricavato al di sopra delle mura che delimitavano la cittadella leonina; le Prigioni storiche, anguste e buie celle che furono usate come prigioni dal Rinascimento sino all’Ottocento, ove furono segregati personaggi come il Papa Paolo III Farnese, l’umanista italiano Pomponio Leto, Benvenuto Cellini, Giuseppe Balsamo noto come il conte di Cagliostro; la Stufetta di Clemente VII, un vero gioiello architettonico e decorativo della prima metà del Cinquecento, era la sala da bagno dei pontefici, uno dei pochissimi esempi di bagni rinascimentali.

Inoltre, nel Cortile della Balestra si sono tenuti concerti compresi nel prezzo del biglietto di musica classica, lirica e jazz; dalla musica barocca al repertorio classico strumentale e vocale, fino ad arrivare ai classici del jazz e alle più celebri musiche per film. Sul palco si sono alternate formazioni musicali di composizione varia, tra i quali il quartetto d’archi, il trio con clarinetto, il quintetto di fiati, il duo di arpe e piccoli ensemble da camera. Tra i numerosi artisti: il Quartetto Bernini, il duo Gilda Buttà e Luca Pincini, il violinista Giorgio Sasso e il pianista Michelangelo Carbonara.

Dall’ingresso per la rampa elicoidale, che si inoltra nell’imponente cilindro romano, cuore dell’antico mausoleo di Adriano, si poteva salire ad ammirare le decorazioni dei fastosi appartamenti papali del Rinascimento, sostare negli eleganti cortili, esplorare le prigioni, passeggiare da un bastione all’altro sul Tevere, lungo la Marcia Ronda e fino alla Terrazza dell’Angelo, godendo della vista più bella di Roma.

Nel Giretto scoperto di Alessandro VII,  sono situati la Caffetteria ed il Ristorante panoramici.

Mosaico ha realizzato le visite guidate, insieme a Munus, le attività di promozione e gli allestimenti negli spazi nei quali si sono svolti i numerosi spettacoli, tra giugno e settembre.

Torna Indietro

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione e offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.